Marco's Blog

Le mie opinioni espresse cosi come mi vengo se vi va le leggete se no ... no.

My ideas and consideration(s) if care read them if not I don't care.



La chiesa dice Basta PDF Print E-mail
Written by Marco Tusa   
Wednesday, 31 December 2008 17:50

Oggi leggendo un articolo sull'ANSA sono rimasto per un attimo perplesso.

Il titolo dice "VATICANO NON RECEPIRA' PIU' LEGGI ITALIA: TROPPE E AMORALI", fermo restando soggettivi personali pareri intorno alla chiesa come istituzione del credo, e' di undubbia rilevanza la posizione presa dalla chiesa.

S.S. Paolo VI mentre consegna l'anello cardinalizio a Joseph RatzingerIl non recepire in forma automatica le leggi Italiane, se non vado errato, va contro il concordato, e anche contro quanto stabilito durante il concilio vaticano II.

La svolta se reale e' epocale, perche ribadisce la totale indipendenza della chiesa dallo stato Italiano, non solo come organo internazionale votato allo spirito, ma anche come stato sovrano.

Non mi sorprende che il tutto stia avvenendo sotto l'attuale papa Joseph Alois Ratzinger (biografie 1 2), grande esperto del codice ecclesiatico, del dogma cattolico, attore attivo durante il concilio Vaticano II portato dal cardinale Frings con Papa Giovanni XXIII e esplicitamente voluto in seguito da Montini.

Insomma diciamolo chiaro uno che sa quello che fa', insomma puo piacere o meno ma se il caro Benedetto XVI punta i piedi lo fa con cognizione di causa.

La ricaduta della suddetta decisione, che a mio avviso deve essere vagliata per bene e non da un semplice trafiletto di agenzia, (ANSA poi ... tutto dire) e' enorme sia dal punto di vista religioso/morale sia dal punto di vista politico.

Perche? perche la preoccupazione (giusta) di Ratzinger e' la universalita' della chiesa, che con un atto del genere prende le distanze in modo esplicito da quella che e' una corrente locale (Italia), marcando in modo netto quello che per la chiesa e' un limite invalicabile sia dal punto di vista morale che sociale.

Gli effetti a mio avviso sono un immediato ricollocamento della chiesa al centro di un mondo morale/religioso che non ha paura di bacchettare in modo esplicito gli stati secolari. Si veda anche la recente vicenda spagnola.

Roma/stato vaticano non coincidera' piu con Roma/Italia, e questo per i credenti, specialmente italiani, sara' un passo lungo.

Altro che ingerenza negli affari di stato lamentata dalla sinistra un po di tempo fa. Ratzinger ha risposto alla pochezza dei notri politici, con una mossa decisamente efficace, che dice in un sol tempo, "voi non siete che ciafarroni, voi non avete ne la capacita ne l'esperienza di gestire un corpo giuridico, voi non avete e non avrete mai la visione laica di cio che e' lecito moralmente per l'uomo, voi siete falsi e corrotti".

E vai cosi', un fallimento totale sutto tutti i punti di vista della classe dirigente Italiana, una vittoria morale e politica della chiesa, e un ciao a "date a Cesare quel che e' di Cesare ed a Dio quel che e' di Dio".

Questa volta pur non essendo un pro chiesa devo dire "Bravi" per coerenza interna e lungimiranza morale, religiosa e politica.

O forse rigirando la medaglia, tutto e' meglio in confronto al nulla umano, politico e direzionale che ci circonda al momento, sia esso di sinistra (ma dove e' la sinistra?) che di destra.

  {joscommentenable}

Last Updated on Sunday, 18 August 2013 17:00
 
Bush e rice PDF Print E-mail
Written by Marco Tusa   
Monday, 29 December 2008 19:42

Ok le cose non stanno andando bene ...

Questa e' vecchia ma a me fa sempre ridere,e ridere aiuta.
Speriamo di non doverne fare uguali per Obama.

   

 

Last Updated on Sunday, 18 August 2013 16:06
 
Tempeste in aumento l'ANSA ha scoperto l'acqua calda PDF Print E-mail
Written by Marco Tusa   
Sunday, 21 December 2008 18:18

L'ansa ha scoperto l'acqua calda.
Con un articolo riporta la notizia della grande scoperta. L'argomento era gia stato trattato ampiamente nella pubblicazione del State of the WORLD 1984!!!
E poi ripresa varie volte con varianti piu o meno catastrofiche. Il punto come al solito non e' cosa e come ma il chi ed il come.
Il chi siamo noi, il come ... semplice con ignoranza, menefreghismo e stupidita'.
Noi che non sappiamo piu fare a meno del superfluo, noi che non possiamo non comprare le cose che non servono.

Recentemente Il grande Bisio avrebbe dovuto mettere in scena una rappresentazione teatrale di Giorgio Gaber (un inedito)
" Io quella volta li' avevo 25 anni", per motivi di scioperi vari (ma che cazzo vi scioperate o lavorate o pendete i fucili coglioni!!).
Ne ha recitatato un pezzetto a "che tempo che fa" con Fazio. Sono rimasto colpito dalla bellezza ed assoluta esattezza del testo.
Se mai ne avrete l'occasione andate a vederlo (il Bisio che recita il Gaber) merita.

Io qui molto piu umilmente riporto un piccolo stralcio di un testo di Gaber ed il suo link di riferimento.
Penso che queste parole cadano a pennello nella nostra attuale situazione.

L'assurdo del Natale non e' il Natale, ma il fatto che di esso non sia rimasto che lo scontrino, mentre lo spirito e' volato via disgustato.

Onestamente io penso che Cristo resti nella sua croce solo perche c'e lo hanno inchiodato, altrimenti da mo' che nelle chiese, scuole etc.. avremmo solo dei pezzetti di legno vuoti!!


Me lo immagino staccarsi dal suo scomodo piolo, salutare con un "ma andate a dar via il culo coglioni..." e via con lo spirito santo a farsi un goccio pensando a che cazzata ha fatto il giorno che si e' fatto ammazzare per nulla.

Comunque qui lo stralcio di Gaber:

...
Il mercato è un mammifero strano
senza niente di umano
è qualcosa che cresce
che ogni giorno diventa più grosso
una crescita abnorme smisurata, tutta forme
come una donna sempre incinta di se stessa.

Il mercato è un neonato opulento
ossequiato dal mondo
è un bamboccio gonfiato
che ingrassa anche senza nutrice
non ha alcun bisogno né di cibo né di sogno
siamo noi tutti la sua grande incubatrice.

...

http://www.giorgiogaber.org/testi/veditesto.php?codTesto=306

 

DI seguito l'articolo dell'ANSA lo riporto per intero, visto che la nostra censura di stato probabilmente lo fara' sparire a breve...

 


 

 

IL RISCALDAMENTO AUMENTA LE NUBI DELLE TEMPESTE ROMA - Il riscaldamento globale accelera la formazione di nubi molto alte nell'atmosfera, ritenute le prime responsabili di tempeste, piogge violente e grandinate. I modelli climatici avevano sospettato da decenni questo collegamento, ma soltanto adesso arrivano i dati che lo dimostrano e lo misurano.

Il fenomeno viene infatti dimostrato per la prima volta sulla base dello studio condotto dal Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa, sulla base dei dati raccolti negli ultimi cinque anni dal satellite americano per l'osservazione della Terra, Aqua, lanciato nel 2002. I risultati, presentati nel convegno dell'Unione Geofisica Americana in corso negli Stati Uniti, a San Francisco, sono pubblicati nella rivista Geophysical Research Letters.

Mostrano che la formazione di nubi molto alte in corrispondenza dei Tropici, ritenute le maggiori responsabili di piogge torrenziali e delle tempeste più violente, è in aumento costante a causa del riscaldamento globale. I risultati dello studio sono coerenti con quelli di un altro studio della Nasa condotto da Frank Wentz nel 2005, che mostrava un aumento nelle precipitazioni globali pari all'1,5% per decade su un periodo di 18 anni, circa cinque volte maggiore al valore stimato dai modelli climatici utilizzati nel rapporto 2007 dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (Ipcc). Il responsabile della nuova ricerca del Jpl, Hartmut Aumann, calcola che ad ogni grado di aumento della temperatura superficiale degli oceani corrisponde un aumento del 45% della formazione delle nubi associate a tempeste violente. I dati sui quali si basa questa conclusione si basano sulle rilevazioni di uno degli strumenti a bordo del satellite Aqua, l'Airs (Atmospheric Infrared Sounder), che ogni giorno ha raccolto misure relative a circa 6.000 nubi tropicali. Aumann ha scoperto così una forte correlazione tra la frequenza di queste nubi e le variazioni stagionali nella temperatura media della superficie degli oceani tropicali.

L'esperto calcola che al tasso attuale del riscaldamento globale, pari a 0,13 gradi ogni dieci anni, la frequenza delle tempeste potrebbe aumentare del 6% nello stesso arco di tempo. "Nubi e pioggia sono state finora l'anello più debole nelle previsioni climatiche", osserva Aumann.

"Secondo le nostre osservazioni - aggiunge - le nubi alte, che si trovano a 20 chilometri di quota, presentano le più grandi difficoltà per gli attuali modelli climatici".

Last Updated on Sunday, 18 August 2013 17:02
 
Piove governo bastardo PDF Print E-mail
Written by Marco Tusa   
Thursday, 11 December 2008 14:25

Piove governo ladro -> BASTARDO, sarebbe molto meglio dire.

Piove da oramai piu di un mese. Per chi come me vive fuori citta' la cosa non e' senza significato. Piove cosi tanto che le campagne sono allagate, i campi devastati le strade o franate o talmente mal ridotte da essere quasi del tutto inagibili.

 

 

 

Oggi e' morta una persona in un sottopasso a Monterotondo, una morte assurda, specialmente per una paese come il nostro.

Eppure la cosa che piu mi fa andare in bestia e' il nostro presidente del consiglio. O meglio quello che i giornali riportano di lui e di quello che in teoria dice.

I giornali riportano notizie del tipo "Clima, Berlusconi: «Pronti al veto»" o similia. Sara' vero? Ed in che termini? mi sembra cosi strano che venga detta una cosa del genere, proprio ora, e che si asserisca che una certa attenzione verso il pianeta sia "farsi la messa in piega".

Ovviamente non si tiene in conto di quale enorme opportunita' economica sia proprio investire CONTRO l'inquinamento.

Eppure se non erro proprio sullo speciale del Financial Times della scorsa settimana si trattava dell'argomento ed ampiamente.

MA si sa noi al massimo siamo al livello di "Amici" leggiamo (a mala pena) il corriere dello sport, e passiamo il tempo a mandare SMS.

Eppure io ho vissuto in altri paesi, ed in generale non mi sono sembrati tanto piu furbi o intelligenti o avanzati di noi. Guarda gli americani, li abbiamo derisi e compatiti per il loro presidente deficente (chiamare Bush deficente e' poco). E che ti combinano tirano fuori un presidente nuovo nuovo (per capire il come il perche il chi... come sempre "SEGUITE I SOLDI"!!!) che non solo tiene presente la questione Climate changes, ma che ti prende in squadra gente del calibro di Steven Chu come segretario per l'energia.

Ma allora? Allora cosa accade? Cosa ci sta accadendo?

ITALIANI!!!!! (direbbe Toto')

Ma che cazzo stiamo facendo???? (lo dico io)!!

Forse e' ora di spolverare le palle e con esse i fucili? Ce la sentiamo di tirare la cinghia per un po? Tanto ci stanno mettendo in mutande lo stesso!! Toglierci dalle scatole una volta per tutte TopogigioVeltroni PsicoNanoBerlusconi ValleVerdeBossi etc... non sarebbe male no??!!

Fermiamoci un attimo a pensarci.

Last Updated on Sunday, 18 August 2013 17:01
 
Terrrrrorrrrrrismo? PDF Print E-mail
Written by Marco Tusa   
Monday, 01 December 2008 08:20

Forse io sono mal fidato, forse paranoico. Pero', Obama ha vinto, e si sta dimostrando abbastanza responsabile non imitando il nostro psiconano o il maancheFolle, cercando collaborazione li dove e quando serve. Abbiamo una conferenza per ridurre l'impatto che quel virus chiamato umanita' sta avendo sul pianeta. Abbiamo una situazione dove e' piu importante avere la pace per potere collaborare a vincere la fame, che ammazzarci a vicenda. Abbiamo pochi soldi, per fucili e bombe.

Ed allora?

Diamo una mano ai pazzi, scateniamo gli integralisti, appoggiamo gli sciacalli. Facciamo si che i talebani tornino ad essere lo spauracchio, che in africa si possano uccidere 400 persone cose fossero mosche, che in India un attentato sia il 11/9 dell'asia.

Ma chi? a chi giova? A me viene da pensare a quelle persone alle quali ha sempre giovato, non solo i fabbricanti di armi, ma anche le grandi compagnie che controllano il cibo Nestle in primis (su Nestle leggetevi chi sono cosa hanno e cosa fanno http://it.wikipedia.org/wiki/Nestl%C3%A8 ; http://web.peacelink.it/nestle.html ) Altria Group http://en.wikipedia.org/wiki/Altria_Group, che controllano l'energia (non solo il petrolio) e tutti i prodotti correlati.

E noi? bhe noi abbocchiamo, ci sentiamo risentiti per quello che avviene ma continuiamo a comprare gli stessi biscotti o quell'acqua taaaaaanto leggera, a mettere benzina a gogo per fare 200 metri da casa al supermercato. Continuiamo ad andare nei centri commerciali a BUTTARE soldi su soldi che salverebbero interi villaggi, perseguendo modelli da deficenti che la televisione ci propone. Continuiamo a viaggiare su questo pianeta come dei non vedenti volontari. Continuiamoad essere quella inutile carne da macello come sempre, e come da sempre ci trattano.

Ed allora? Bhe a questo punto visto che le cose sono secondo me abbastanza evidenti ma noi, tutti noi continuiamo ad agire o non agire per gli ignavi che siamo, forse ben ci sta'.

Ed allora? Andiamoci a fare un bel nesperesso, con un paio di oreo, e poi un sorso di acqua panna mentre ci vediamo la De Filippi e poi di corsa a fare i regali di natale da Auschan!!!

Che pena!

Last Updated on Sunday, 18 August 2013 17:02
 
More Articles...
«StartPrev123456789NextEnd»

Page 8 of 9
 

Who's Online

We have 35 guests online