Le mie opinioni espresse cosi come mi vengo se vi va le leggete se no ... no.

My ideas and consideration(s) if care read them if not I don't care.

DA UNA ANTICA PERGAMENA DELLA CHIESA DI S.PAOLO RITROVATA NEL 1692

 

Passa tranquillamente tra il rumore e la fretta e ricorda quanta pace può esserci nel silenzio.

Finchè è possibile, senza doverti abbassare, sii in buoni rapporti con tutte le persone.

 

Dì la verità con calrna e chiarezza, ascolta gli altri anche i noiosi e gli ignoranti, anche loro hanno una storia da raccontare.

 

Evita le persone volgari ed aggressive, esse opprimono io spirito.

Se ti paragoni agli altri, corri il rischio di far crescere in te orgoglio e acredine perchè sempre ci saranno persone più ìn alto o più in basso di te.

 

Gioisci dei tuoi risultati così come dei tuoi progetti.

Conserva l’interesse per il tuo lavoro per quanto umile, esso  è cio che reaimente possiedi per cambiare le sorti del tempo.

 

Sii prudente nei tuoi affari perchè il mondo è pieno di tranelli.

Ma cio, non accechi la tua capacità di distinguere la virtu’, molte persone lottano per grandi ideali e dovunque la vita è pieno di eroismo.

 

Sii te stesso.

Sopratuttò non fingere negli affetti e nepure sii cinico riguardo all’amore, poichè a dispetto di tutte le aridità e disiliusioni esso è perenne come l’erba.

Accetta benevoimente gli anni che derivano dal’età, lasciando con animo sereno, le cose alla giovinezza.

 

Coltiva la forza dello spirito per difenderti contro l’improvvisa sfortuna, ma non tormentarti con l’immaginazione. Molte paure nascono dalla stanchezza e dalla solitudine.

 

A1 di là di una disciplina morale, sii trannuillo con te stesso.

 

Tu sei un figlio dell’universo non meno degli alberi e delle stelle, tu hai diritto ad essere quì.

E che sia chiaro o no, non vi è dubbio che l’universo ti stia schiudendo come dovrebbe.

Perciò sii in pace con Dio,comunque tu lo concepisca e qua1unue siano le tue lotte e le tue aspirazione e conserva la pace con la tua anima pur nella rumorasa confusione della vita.

 

Con tutti i suoi inganni, i lavori ingrati ed i sogni infranti è ancora un mondo stupendo.

Fai attenzione .

Cerca di essere felice.

Non ho scritto da un bel po di tempo. Eppure ne avrei da dire, sia sul blob tecnico sia su quello che sta accadendo.

Ma non so perché non ne ho una gran voglia. In Italia e' facile lamentarsi ma lamentele a parte le cose non vanno bene. Ci dicono che la crisi e' passata ma il lavoro non si trova, la gente continua ad essere licenziata, i beni aumento di prezzo. Insomma nulla di nuovo a parte che siamo nei guai.

Non servono gli X factors, od i Vespa(siani), od i Ball(aro)etti, o peggio le recite politico/sportive/imprenditoriali dei soliti malfattori sociali.

Non serve neanche un sano ottimismo di fondo, perché c'e' poco da essere ottimisti. H1N1 e' un modo per fottervi gli spiccioli dalle tasche, cosi come lo sono 2000 altri vaccini.

Il consumismo spinto spinge solo a consumare senza pensare, e se non si pensa si e' poco piu di animali. Chissà forse e' vero siamo come i maiali che vengono allevati nei famigerati allevamenti, con zero capacita' di vivere e scelta.

Insomma non la vedo bene. La sensazione che qualcosa debba accadere beh la ho, in meglio od in peggio non lo saprei dire.

Anche nel mondo dove lavoro e mi muovo le cose non sembrano andare tanto bene, cane mangia cane direbbe qualcuno.

Ed il rispetto personale e professionale e' andato a farsi benedire.

Che amarezza!

In questo periodo di totale vuotezza mi viene da pensare che l'unica cosa da fare sarebbe ricercare i valori veri. Quelli di base. Oppure al contrario rompere le ultime barriere e fare mercimonio di se stessi.

Il bianco ed il nero. Forse siamo veramente al KaliYuga la fine del giro. In questo caso, pensare a ridare un senso con quel poco che abbiamo di spiritualità' rimasta e relativi valori, ha forse senso.

Non quella riscoperta sterile e bigotta della quale noi Italiani siamo portabandiera. Ma un profondo ripensamento dei nostri valori.

Basterebbe così poco.

Non accendere la televisione la sera a guardare quella o quell'altra trasmissione, ma parlare.

Non sprecare il proprio tempo a guardare la vita di tronisti o veline o altri idioti, ma vivere, magari facendo una semplice passeggiata.

Ma si sa le cose non sono mai semplici anche quando sono semplici. Anche in casa a volte basterebbe poco, eppure anche quel poco non si fa, perché?

Quello che posso dire e' che nuotare sempre contro corrente stanca. Stanca tantissimo.

E spesso non vale la pena.

Diciamolo, non sarei il primo a pensare al grande complotto mondiale del grande fratello. Vi ricordate quando non si muoveva foglia che Giulio non voglia? Tutto era regolato da Giulio, lui era un faro per noi tutti. Una luce nella notte dei complotti. Non si diceva ma noi lo sapevamo, era lui. Lui decideva chi e cosa doveva succedere.

Non importa se il famoso complotto in questione in realta' fosse riferito al fatto che il fruttivendolo avesse sempre le mele bacate quando andavamo noi a fare la spesa. Perche si sa' se una farfalla sbatte le ali in Giappone viene un uragano in Florida.

Quindi, il fruttivendolo aveva le mele bacate, perche LUI aveva deciso cosi', acciocche Nixon avesse i suoi problemi. Ed il filo di conessione? Non importa c'era lui e tanto bastava.

Oggi le cose sono diverse, oggi abbiamo questi architetti occulti da operatta (Giulio perdona loro perche non sanno cio che fanno. Che ci danno depistaggi in TV che ci imbottiscono di foto, video, notizie. Insomma sono tanto sprovveduti, da darci tutto il material e possibile per capire che sono degli imbroglioni, falsari e (diciamolo) dei gran cazzoni.

Belli itempi dove invece ti davano solo un indizio, e poi, poi la creativita' popolare faceva tutto da sola. E senza dire nulla (o poco), avevi creato il piu' grande depistaggio del decennio.

Ma torniamo a noi. Qualche tempo fa' era stato un gran parlare di BR. Si le BR Brigate Rosse, quelle che sparavano alla gente, per fare il colpo di stato, quelle che giravano con le armi che avevano i servizi segreti, quelle che prendevano i soldi dalla xyz, quelle che servivano a giustificare un girotondo teso a non andare per il concordato insomma quelle li' no?

Bene gia allora la cosa puzzava, ma adesso, adesso... Da non crederci, ma dico io GIULIOOOOOOO, ma dagli una mano a sti ragazzi. Ma dico le avete viste le armi sequestrate? No? vedete la foto please ...

Qualsiasi, e dico QUALSIASI, persona abbia mai maneggiato un arma, sa che armi in quelle condizioni non si possono usare.

Ti scoppiano in faccia!!!

Grazie quindi, grazie per le tante boiate che ci propinate, e grazie per darci dei cretini cosi spesso e cosi bene continuando a fornirci elementi evidenti di falsita delle vostre stesse notizie.

Devo essere sincero, non stavo neanche a scrivere due righe su sta boiata. Ma ieri sono andato a fare benzina, e mi sono divertito una mondo.

Ho chiesto al benzinaio, ma perche scioperate? Risposta: "Non lo so esattamente, forse qualcosa sulle commissioni", bhe ok sara' lui che non brilla per la sua preparazione, chiediamo ad un altro, Risposta:"Non lo so ma penso per il costo del trasporto", humm. Le cose non tornano, chiediamo ad un altro ... me ne sono fatti 10!!!! nessuno sapeva come mai uno scoipero cosi strano a meta settimana e proprio questa settimana.

Ma sono io che sono paranoico ooo... c'e' il G8?

 

{joscommentenable}

Oggi parliamo di United Nations, o in piu’ specifico di FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations).

Perche? Perche siamo vicini all'estate e mi devo levare un qualcosa che ho sul gozzo da un po.

Ho lavorato in FAO dal 1994 al 2007, quindi parlo con cognizione di causa e da persona interna.

Ma di cosa e perche’ scrivere ora di FAO?

Perche piu di una volta mi e’ capitato di sentirmi dire, beato te che lavori in FAO, prendete un sacco di soldi e non fate un c***o.

Hum ma sara’ vero? Sara vero che chi lavora in FAO HQ a Roma non fa veramente nulla?

Ci sono tanissimi articoli che parlano sulla inutilita’ o utilita’ della FAO, dico subito che non affrontero’ l’argomento che nel seguente paragrafo per poche linee.

Li fuori nel mondo ci sono molti esperti della FAO che lavorano su proggetti, nel territorio, a contatto con le persone che veramente muoiono di fame. Ma che ci fanno li visto che il mandato della FAO e’ quello di produrre informazione?

Semplice salvano vite a centinaia, trasformando il vuoto blaterare in pratica.

Lo fanno spesso in condizioni difficilissime e con un budget estremamente limitato.

Ma lo potrebbero fare senza avere l’appoggio della sede centrale? Bella domanda. Avendo visto di persona come lavorano gli esperti nel field, mi viene da dire, di si. Secondo me ce la farebbero anzi probabilmente farebbero pure di piu’ e meglio. Pero’ un qualche coordinamento centrale serve, ed anche un centro di raccolta e distribuzione informazioni.

Ma allora sta FAO serve o no?

Come al solito NI o SO, come preferite.

A mio personale parere si serve, ma a Roma l’ufficio dovrebbe avere solo poche (ahahaha) centinaia di persone e non migliaia come sono al momento.

Insomma tagliare, tagliare tagliare. A partire dal DUX che onestamente ha fatto piu danni che altro.

Oggi leggendo un articolo sull'ANSA sono rimasto per un attimo perplesso.

Il titolo dice "VATICANO NON RECEPIRA' PIU' LEGGI ITALIA: TROPPE E AMORALI", fermo restando soggettivi personali pareri intorno alla chiesa come istituzione del credo, e' di undubbia rilevanza la posizione presa dalla chiesa.

S.S. Paolo VI mentre consegna l'anello cardinalizio a Joseph RatzingerIl non recepire in forma automatica le leggi Italiane, se non vado errato, va contro il concordato, e anche contro quanto stabilito durante il concilio vaticano II.

La svolta se reale e' epocale, perche ribadisce la totale indipendenza della chiesa dallo stato Italiano, non solo come organo internazionale votato allo spirito, ma anche come stato sovrano.

Non mi sorprende che il tutto stia avvenendo sotto l'attuale papa Joseph Alois Ratzinger (biografie 1 2), grande esperto del codice ecclesiatico, del dogma cattolico, attore attivo durante il concilio Vaticano II portato dal cardinale Frings con Papa Giovanni XXIII e esplicitamente voluto in seguito da Montini.

Insomma diciamolo chiaro uno che sa quello che fa', insomma puo piacere o meno ma se il caro Benedetto XVI punta i piedi lo fa con cognizione di causa.

La ricaduta della suddetta decisione, che a mio avviso deve essere vagliata per bene e non da un semplice trafiletto di agenzia, (ANSA poi ... tutto dire) e' enorme sia dal punto di vista religioso/morale sia dal punto di vista politico.

Perche? perche la preoccupazione (giusta) di Ratzinger e' la universalita' della chiesa, che con un atto del genere prende le distanze in modo esplicito da quella che e' una corrente locale (Italia), marcando in modo netto quello che per la chiesa e' un limite invalicabile sia dal punto di vista morale che sociale.

Gli effetti a mio avviso sono un immediato ricollocamento della chiesa al centro di un mondo morale/religioso che non ha paura di bacchettare in modo esplicito gli stati secolari. Si veda anche la recente vicenda spagnola.

Roma/stato vaticano non coincidera' piu con Roma/Italia, e questo per i credenti, specialmente italiani, sara' un passo lungo.

Altro che ingerenza negli affari di stato lamentata dalla sinistra un po di tempo fa. Ratzinger ha risposto alla pochezza dei notri politici, con una mossa decisamente efficace, che dice in un sol tempo, "voi non siete che ciafarroni, voi non avete ne la capacita ne l'esperienza di gestire un corpo giuridico, voi non avete e non avrete mai la visione laica di cio che e' lecito moralmente per l'uomo, voi siete falsi e corrotti".

E vai cosi', un fallimento totale sutto tutti i punti di vista della classe dirigente Italiana, una vittoria morale e politica della chiesa, e un ciao a "date a Cesare quel che e' di Cesare ed a Dio quel che e' di Dio".

Questa volta pur non essendo un pro chiesa devo dire "Bravi" per coerenza interna e lungimiranza morale, religiosa e politica.

O forse rigirando la medaglia, tutto e' meglio in confronto al nulla umano, politico e direzionale che ci circonda al momento, sia esso di sinistra (ma dove e' la sinistra?) che di destra.

  {joscommentenable}

Latest conferences

We have 76 guests and no members online

oracle_ace